Il club delle lettrici compulsive

L’enigma nella Nurra – Gavino Zucca

L'enigma nella Nurra Book Cover L'enigma nella Nurra
Le indagini del tenente Roversi #9
Gavino Zucca
Giallo
Newton Compton Editori
2024
Digitale - Cartaceo
404
Fornito dalla casa editrice

Febbraio 1963. Un giornalista torinese, Francesco Gallo, viene trovato privo di vita alle pendici di Monte Forte, nella Nurra. Le indagini condotte dal tenente Roversi sembrano indicare che il movente sia legato a un reportage che il giornalista stava conducendo nella zona e abbia a che fare con le tensioni per la crisi mineraria in atto in tutta l’isola. A capo dell’inchiesta subentra il Nucleo Investigativo Regionale di Cagliari, mentre il tenente, estromesso dal caso, chiede e ottiene di occuparsi di un’indagine in apparenza secondaria: la misteriosa sparizione di un pittore dilettante, Carmine Fusco, ex galeotto stabilitosi dopo la scarcerazione in un vecchio cuile abbandonato della Nurra, a cui anche il giornalista aveva dedicato un’attenzione crescente prima di essere ucciso. Convinto dell’esistenza di un legame fra i due casi, Roversi, contro il parere dei suoi superiori e muovendosi al limite di regolamenti e ordini ricevuti, dovrà fare ricorso a tutta la sua astuzia per costringere alla fine l’assassino a uscire allo scoperto e indurlo a confessare.
Una nuova indagine per il tenente Roversi.
Due inchieste apparentemente non collegate fra loro,
le asperità della Sardegna e un caso molto complesso. 

Oggi parliamo di L’enigma nella Nurra, un libro di Gavino Zucca, pubblicato da Newton Compton Editori.

Come al solito, mi sono lasciata prendere dall’entusiasmo e, senza leggere nemmeno la trama, mi sono buttata nella lettura di questo romanzo, attratta moltissimo dalla copertina e dal titolo, per cui si evince che la vicenda è ambientata in Sardegna, isola che non ho mai visitato ma che mi affascina tantissimo.

E come al solito, ho fatto male, perché si tratta del nono volume di una serie con protagonista il tenente Roversi.

Se vi interessa, i precedenti romanzi sono:

  1. Il mistero di Abbacuada
  2. Il giallo di Montelepre
  3. Il delitto di Saccargia
  4. Il misterioso caso di Villa Grada
  5. Assassinio a Pedra Manna
  6. Giallo sulla Riviera del corallo
  7. Doppio mistero sotto la Rocca
  8. Delitto a Foresta Burgos

L’avrei capito se solo avessi letto la trama, cosa che, come ho già detto, mi sono ben guardata dal fare.

Devo confessarvi che, forse proprio per il fatto che si tratta del nono libro di una serie, all’inizio ho trovato difficoltà a seguire il filo del discorso. Il tenente Roversi è un giovane emiliano trapiantato in Sardegna, in un paesino in provincia di Sassari, che si trova a indagare su un brutale omicidio. La storia è ambientata nel 1963, e ovviamente il racconto si basa sui mezzi per l’indagine che avevano all’epoca.

Accanto al giovane tenente, conosciamo Caterina, sua fidanzata, Michele, fratello di Caterina, Don Luigi e Brunilde, i datori di lavori di Caterina, con cui si è instaurato un rapporto che va oltre il lavoro.

All’inizio, come dicevo, mi sono trovata spaesata, non riuscivo a seguire granché la narrazione; molte vicende personali dei protagonisti vengono date per scontate, ma per me che leggevo le avventure del tenente Roversi, era difficile seguirne la storia.

Piano piano, però, mi sono immersa nella lettura e l’ho trovata davvero affascinante e coinvolgente.
L’indagine riguarda l’omicidio di un giornalista, Francesco Gallo. Durante la ricerca del colpevole, si intrecciano altri misteri, come quello sul pittore Carmine Fusco o sul latitante Rosario Jacono.

Ma si intrecciano anche le storie personali di Roversi e Caterina, di Michele e Susanna, di Anna e Bastianino, oltre a un piccolo mistero su cui indaga Don Luigi.

All’interno della storia, però, vengono trattati molti temi, che magari negli anni Sessanta erano normali, come la sudditanza delle donne nei confronti degli uomini, ma che comunque fanno lo stesso ribrezzo, grazie anche alla modalità con la quale l’autore ne ha parlato nel romanzo.

Altro tema che viene sottolineato nel romanzo è la situazione delle miniere e la riforma agraria.

Intorno al futuro delle miniere sarde si stanno muovendo enormi interessi economici e politici, e i problemi sociali che la crisi in atto sta determinando sono altrettanto estesi e preoccupanti. La situazione è veramente esplosiva e abbiamo diverse segnalazioni su possibili imminenti azioni eclatanti volte a richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica, soprattutto al sud.

Ho, quindi, rivalutato tantissimo il romanzo, dopo l’inizio poco promettente, perché si tratta di una narrazione davvero coinvolgente, con tanti personaggi e tanti casi che, però, non fanno andare in confusione il lettore, soprattutto se il suddetto lettore ha già letto i precedenti romanzi.

Ultima cosa che mi sento di dire di L’enigma nella Nurra è che, finalmente, dopo tante letture di thriller, gialli, noir, ho letto un romanzo non scontato e non ho intuito molto in anticipo, come mi era successo nelle ultime letture, chi fosse il colpevole. Sono giunta alla fine senza averne idea, fino al colpo di scena finale, che è stato davvero ben orchestrato.

Ora devo recuperare i precedenti romanzi della serie del tenente Roversi, perché sono sicura che saranno all’altezza di quest’ultimo.

Non mi resta che consigliarvi la lettura di L’enigma nella Nurra. Vedrete che non ve ne pentirete!

Avete letto L’enigma nella Nurra? Lo leggerete?
Vi aspetto per commentarlo!

Vuoi comprare L’enigma nella Nurra su Amazon?  Clicca qui per la versione cartacea.

Clicca qui per la versione digitale.

Resta connessə. Segui la nostra pagina Facebook e il nostro profilo Instagram, in modo da non perderti nemmeno una novità.

NdA: il libro mi è stato fornito perché potessi recensirlo. Questo non ha influito sulla mia opinione finale.
Il blog è affiliato ad Amazon. Cliccando sul link di acquisto ci aiuterai a mantenere attivo il blog senza pubblicità. Il prezzo per te non cambierà.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.