Il club delle lettrici compulsive

L’infermiera – Liz Lawler

L'infermiera Book Cover L'infermiera
Liz Lawler
Thriller
Newton Compton Editori
7 giugno 2024
Digitale - Cartaceo
352
Fornito dalla casa editrice
Beatrice Messineo

In ospedale le vite iniziano e finiscono ogni giorno. Medici e infermieri lavorano senza sosta per salvare i pazienti, ma la morte fa parte della loro routine. Quando però la polizia si presenta nei corridoi ben illuminati del reparto, chiedendo della bella e giovane infermiera Shaw, il personale e i degenti iniziano a parlare. Si dice che il marito di Sarah Shaw sia stato assassinato. Erano sposati solo da pochi mesi. E i detective vogliono sapere se quella notte Sarah si trovava in servizio.
Mentre poco a poco viene alla luce il complicato passato di Sarah, e a uno a uno si smascherano i segreti gelosamente celati da suo marito, si fa largo il sospetto che l’infermiera abbia qualcosa di grave da nascondere. Così, mentre gli amici la proteggono e la polizia indaga sul suo conto, i detective non possono fare a meno di chiedersi se quella donna così pacata e premurosa sia in realtà una vittima o una carnefice.

Oggi parliamo di L’infermiera, un libro di Liz Lawler, pubblicato da Newton Compton Editori.

Sapete quando un romanzo vi ispira alla prima occhiata? Non ha nulla a che fare con la copertina, né tantomeno con il titolo, e nemmeno con l’autrice, di cui non ho mai letto nulla. Ma non so perché, questo libro mi attirava tantissimo, aveva un qualcosa che, ai miei occhi, lo rendeva diverso dagli altri. Per questo mi sono detta, perché non provarci? Ed eccomi qua.

Sara James è una giovane infermiera il cui marito, sposato da pochissimo, viene ucciso in circostanze davvero misteriose.

Man mano che leggiamo, scopriamo che in realtà i due si sono sposati dopo una frequentazione durata pochi mesi, e che lei è reduce da una relazione con un altro ragazzo, che ha lasciato, non si sa bene per quale motivo; il perché, naturalmente, verrà spiegato andando avanti con la lettura, così come tante altre cose che all’inizio non hanno una spiegazione logica.

Questo romanzo, infatti, porta il lettore a porsi tante domande poiché ci sono tanti perché in sospeso… ma non temete, tutto verrà spiegato con un finale davvero inaspettato. Cioè, inaspettato del tutto proprio no, io avevo intuito già a metà libro chi fosse l’assassino, ma non mi aspettavo altre cose che succedono nel finale.

Il romanzo, come avete capito, è davvero coinvolgente, nonostante la piccola pecca, per me, di avermi fatto percepire chi potesse essere il colpevole, anche se fino alla fine non ne avevo la certezza. Più di una volta ho cambiato idea, più di una volta mi sono fermata a pensare se la mia intuizione potesse essere giusta.

I protagonisti principali sono Sara, giovane infermiera che nasconde un passato difficile, dolce ma risoluta, che riesce a mantenere il sangue freddo nonostante tutto quello che accade intorno a lei.

A indagare sul caso viene chiamato il giovane detective Nick Anderson, il cui comportamento è stato più volte oggetto di numerose domande. Davvero, non riuscivo a capire il suo modo di fare, le sue azioni, ma poi alla fine, come dicevo, tutti i nodi vengono al pettine!

nick è accompagnato da Charlie Bowden, non più giovanissimo, ma mentore e amico intimo del detective. Charlie è stato il personaggio che più ho amato del romanzo, con la sua determinazione, con la sua testardaggine e con il suo spirito di sacrificio, mi ha davvero conquistata. Nutre un affetto enorme per Nick, gli fa quasi da padre, e questo legame è talmente forte da farmi quasi commuovere.

I personaggi sono tantissimi, alcuni meno importanti e altri che, invece, sono essenziali per la storia; tutti sono comunque ben definiti e tutti hanno un ruolo ben preciso nella narrazione.

L’infermiera è un thriller in cui l’autrice è riuscita a mettere in risalto una moltitudine di tematiche: la malattia, la violenza domestica, il bullismo, il degrado sociale. E tutto, anche se non in maniera approfondita, è stato narrato in modo preciso tanto che io, leggendo, non ho potuto fare a meno di rifletterci su.

L’infermiera è, dunque, un romanzo completo da tutti i punti di vista, nella narrazione, nelle tematiche, nella caratterizzazione dei personaggi. Questo vuol dire che il mio istinto non ha fallito nemmeno questa volta, nonostante, come al solito, non abbia letto la trama prima di decidere di leggerlo. Anche l’autrice è d’accordo con me!

L’istinto è una sensazione che suggerisce il vero.

Ovviamente, come sempre quando mi innamoro di un romanzo, mi è venuta voglia di leggere tutti gli altri romanzi di Liz Lawler!

Un’ultima cosa, non esimetevi dal leggere il capitolo “Una lettera da parte di Liz” scritta dall’autrice al termine del romanzo. Vi spiegherà come è nato questo romanzo, e vi narrerà una storia davvero “interessante”!

Non mi resta che consigliarvi la lettura di L’infermiera. Vedrete che non ve ne pentirete!

E voi avete letto L’infermiera? Lo leggerete?
Vi aspetto per commentarlo!

Vuoi comprare L’infermiera su Amazon?  Clicca qui per la versione cartacea.

Clicca qui per la versione digitale.

Resta connessə. Segui la nostra pagina Facebook e il nostro profilo Instagram, in modo da non perderti nemmeno una novità.

NdA: il libro mi è stato fornito perché potessi recensirlo. Questo non ha influito sulla mia opinione finale.
Il blog è affiliato ad Amazon. Cliccando sul link di acquisto ci aiuterai a mantenere attivo il blog senza pubblicità. Il prezzo per te non cambierà.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.